Autopromoversi con eleganza

0
171

In precedenza abbiamo parlato dell’importanza di progettare e realizzare un portfolio un curriculm vitae se non strepitosi, perlomeno dignitosi: però non è tutto. Nel momento in cui dovremo andare alla ricerca di lavoro, per essere assunti o come freelance, bisognerà dare una certa attenzione anche a delle altre fasi.

Telefonate

  • Personalmente odio parlare al telefono, ma in molti casi è la soluzione migliore oltre che la più rapida. Se infatti a e-mail inviata molto spesso non si ottiene risposta (oppure si ottengono risposte probabilmente false come “scusa non l’ho letta”, “non è arrivata”, “era finita nello spam”, “non ho ancora avuto il tempo di leggerla/rispondere”), telefonando si va al “obbligare” l’interlocutore a dare un feedback, positivo o negativo che questo sia, immediato.
  • Non telefonate a chiunque in modo praticamente casuale, cercate di avere delle nozioni sull’azienda con la quale avete deciso di interfacciarvi.
  • Provate a chiedere se l’art director esamina i portfoli e cercate di farvi fissare un appuntamento. Molto spesso prima di fissare un colloquio dal vivo viene chiesto l’invio di un portfolio digitale in modo tale da realizzare una prima scrematura dei candidati. Siccome in Italia vige la triste usanza della non-risposta, passate un paio di settimane telefonate con garbo per avere risposte.
    NB. il portfolio elettronico da spedire è solitamente un sunto del portfolio stampato: non inviate tutti i vostri lavori.

Lettera di accompagnamento/presentazione

Chiaramente non è obbligatoria, ma va ad arricchire la vostra presentazione.
Per la sua realizzazione ci sono dei punti comuni a quelli del curriculum:

  • Utilizzate una carta di buona qualità e grammatura;
  • Scegliete una font leggibile;
  • Grammatica e ortografia devono essere perfette;
  • Dimostratevi interessati ma non siate degli adulatori;
  • Concludete la presentazione invitando i lettori ad esaminare il vostro portfolio (che sarà allegato chiaramente).

Biglietto di ringraziamento

Questa è una pratica meno usuale, ma comunque esistente.
Alcuni inseriscono un biglietto di ringraziamento in ultima posizione nel pacchetto che inviano in agenzia, dopo la lettera di presentazione, il curriculum ed il portfolio; altri lo fanno recapitare alcuni giorni dopo il colloquio. Molti altri ancora non lo realizzano proprio, ma è una pratica che può essere apprezzata. Come per la realizzazione degli altri materiali precedentemente elencati, scelta della carta, grammatica, ortografia e contenuto del biglietto devono essere ineccepibili.

Lascia il tuo Commento: Discutiamone!

Loading Facebook Comments ...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.