La sostenibile leggerezza della carta

0
497
carta riciclata

Quando si parla di stampa ecosostenibile il primo pensiero va alla carta. Volendo arginare il problema della deforestazione e dell’inquinamento creato dall’intero processo di produzione, esistono modi per ottenere carta da stampare alternativi agli alberi. Il primo è quello che viene in mente a tutti: la carta riciclata. Ottenuta da carta da macero, la carta riciclata elimina il problema della deforestazione ma non quello dell’inquinamento, soprattutto se il processo  di sbiancamento viene effettuato usando il cloro. Oggi sono disponibili carte riciclate che usano processi di lavorazione a basso impatto ecologico, come quella usata da iPrintdifferent.

Ma oltre alla carta riciclata, esistono altri tipi di carta realizzati in partenza senza torcere foglia a nessun albero. Almeno non direttamente. Volendo utilizzare le fibre vegetali per produrre carta, non siamo costretti a ricavarle abbattendo degli alberi, ma possiamo ottenerle dagli animali. Senza troppi giri di parole, la cacca degli erbivori è una fonte preziosa di fibre. Potrebbe far sorridere (o rabbrividire, a seconda di quanto siate schizzinosi), ma elefanti, mucche, cavalli etc, restituiscono all’ambiente (per usare un eufemismo) molte delle fibre vegetali che ingeriscono. Di fatto, quindi, usando questo metodo di raccolta delle fibre (altro eufemismo), si sostituisce il primo passaggio nella normale produzione della carta. Per il resto il procedimento resta invariato.

La carta più sostenibile di tutte è, però, quella ricavata dalla… pietra! La carta minerale è composta per la maggior parte da carbonato di calcio, ottenuto da materiale di risulta delle cave di marmo o di altre pietre, e miscelato a resina. Per la sua realizzazione non si impiegano grandi quantità di acqua né di petrolio ed è totalmente degradabile. L’esposizione prolungata ai raggi solari, infatti, dissolve la resina lasciando libera la polvere di carbonato di calcio. Il risultato? Una carta bianca, resistente, impermeabile, ma soprattutto realizzata senza spargimento di foglie.

Lascia il tuo Commento: Discutiamone!

Loading Facebook Comments ...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.