Carta oltre la stampa

0
338
Un opera di Marina Bancroft

Se non ci si scrive o ci si stampa sopra la carta non perde la sua funzione. La dimostrazione di ciò la diamo sin da bambini quando trasformiamo un semplice foglio di carta in una barca in grado di solcare le onde, in un aereo che si libra nell’aria o ancora in un cappello o una palla. Poi c’è chi crescendo va oltre. Come i settantanove artisti, le cui opere sono riunite nella Biennale Internazionale di Opere di carta. La mostra dal titolo “Di carta/Papermade” è stata allestita a cura di Valeria Bertesina e organizzata dal Comune di Schio presso il palazzo Fogazzaro e sarà aperta al pubblico fino al 22 febbraio.

Restano dunque pochi giorni per farsi suggestionare da usi inediti della carta e dai tanti significati di cui questa materia “povera” si carica sotto la mano degli artisti. Organizzata in un territorio, quello dell’alto vicentino, che ha la carta nella sua storia, questa ampia mostra collettiva è suddivisa in 3 aree: stampe d’arte, installazioni e libri d’artista. Artisti provenienti da 29 Paesi diversi, con diversi linguaggi comunicativi e stili si trovano a condividere la passione per la carta come strumento e veicolo per il proprio messaggio. Così il libro perde la sua struttura e la sua funzione, diventando opera d’arte, come nell’opera “Libro alterato” della canadese Marina Bancroft.

Imperdibili per gli appassionati della carta, della scrittura, della tipografia e ovviamente dell’arte, tutte le opere di e su carta della mostra sembrano celebrare la versatilità di questo materiale e la sua storia. La carta diventa materia da scolpire, come nell’opera di Vito Capone, Colonna Piccola. Oppure la carta diventa supporto da incidere, colorare, ritagliare, trasformare con le più disparate tecniche di stampa, dalla xilografia alla cianografia. Anche la carta carbone o carta copiativa, strumento reso obsoleto dalla stampante, ritrova il suo posto nel XXI secolo, diventando protagonista dell’opera di Chiara GiorgettiMalombra

Lascia il tuo Commento: Discutiamone!

Loading Facebook Comments ...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.