Questioni di Carta e di Ambiente

0
358

Gli argomenti dell'articolo

Quando si parla di stampa è inevitabile che si finisca a parlare anche di carta, e c’è un poca confusione in merito.
Come prima cosa possiamo dire che molto spesso la distruzione delle foreste pluviali viene associata alla produzione della carta: si tratta di un falso mito. Andare a sostituire gli alberi utilizzati per la realizzazione della carta è importante sia per l’ambiente che per le stesse cartiere e ormai è prassi che per ogni albero abbattuto ne vengano piantati due o tre. Oltre a questo non si può dimenticare che gran parte della carta sia prodotta da “avanzi” del legname utilizzato per l’industria del mobile e per l’edilizia.

Avrete letto da qualche parte sigle come FSC (Forest Stewardship Council) e PEFC (Programme for Endorsement of Forest Certification): queste vanno a certificare un tipo di carta prodotto in modo responsabile verso l’ambiente. Insomma se una carta detiene una di queste due certificazioni, possiamo stare tranquilli che non sarà stata creata tramite l’abbattimento di alberi secolari e che pure tutta la filiera (gestione della foresta, fabbrica della pasta di legno, cartiera, stamperia ed editore) sia stata rispettosa di tutta una serie di direttive.

Attualmente i criteri che stanno alla base della certificazione FSC sono più severi della PEFC.
Se stampate su carta ricavata da foreste sostenibili, potrete inserire all’interno del vostro impaginato il logo che lo va ad attestare.

 

Riciclo

Grazie al riciclo della carta è diminuito il bisogno di produrre pasta di legno ed è stato possibile un utilizzo intelligente della “carta da macero” altrimenti indirizzata ad essere incenerita nelle discariche.

 

Nuovi metodi anti inquinamento

In passato durante il processo di realizzazione della carta, potevano andarsi a creare pericolose sostante come la diossina: ora si utilizzano processi che prevedono l’assenza totale, o la presenza minima, dell’utilizzo del cloro. Due metodi più noti, attualmente sono l’Elementally Chlorine Free (ECF) e la Totally Chlorine Free (TCF).
Oltre a queste premure verso le sostanze utilizzate nella produzione della carta, non possiamo dimenticare che oggi molte cartiere riciclano la loro acqua (utilizzata in gran quantità).

Insomma: magari non ne siamo al corrente, ma nel corso degli anni è stato fatto molto anche per salvaguardare l’ambiente, non guardate le cartiere come a dei mostri distruggi-alberi. Poi chiaro, si può fare sempre di meglio, e speriamo che sia così.

 

Lascia il tuo Commento: Discutiamone!

Loading Facebook Comments ...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.