Etichette alimentari: supporti e inchiostri

0
478

Nel post precedente ci siamo dedicati alle normative vigenti a livello europeo sulla stampa per alimenti. In questo post approfondiamo alcuni degli aspetti della questione della stampa di etichette e confezioni per prodotti alimentari.

Etichette e confezioni per alimentari: i materiali

E, come avevamo accennato nel post precedente, le problematiche della stampa per alimenti riguardano sostanzialmente i due aspetti di conformità dei materiali di supporto e di conformità degli inchiostri, e le correlazioni tra i due aspetti.

Le etichette alimentari, naturalmente, sono uno dei nodi nevralgici di tale correlazione tra supporti e inchiostri, sia nel caso in cui l’etichettatura faccia di per sé parte del confezionamento, sia nel caso in cui, invece, l’etichettatura venga applicata come adesivo, perché anche in questo caso le normative devono comunque essere rispettate nel contesto del confezionamento e stampa per alimenti: di fatto, le etichette alimentari non possono essere “non per alimenti” solo perché applicata esternamente e successivamente al confezionamento.

Alle etichette alimentari, quindi, si applicano e si devono applicare le specifiche che si applicano ai materiali di imballo, siano essi plastici o cartacei.

La regolamentazione europea in questo campo si riassume nel regolamento 10/2011 che esplicita appunto il fatto che tutto il confezionamento ed etichettatura deve rispettare la conformità dei materiali al regolamento, secondo il principio per cui i materiali usati non devono esseri passibili di “trasferimento” di residui verso il cibo e non devono essere assolutamente in grado di modificarne in alcun modo le proprietà organolettiche.

Etichette e confezioni per alimentari: gli inchiostri

Nel caso degli inchiostri per la stampa in ambito alimentare a fare testo è il regolamento 1935/2004, che indica esplicitamente le caratteristiche vietate per quanto riguarda le materie prime degli inchiostri stessi: esse non possono e non devono essere carcinogeniche, metageniche, tossiche; non possono e non devono contenere antimonio, arsenico, cadmio, cromo, piombo, mercurio, selenio; non possono contenere alcuna delle sostanze indicate  dalla REACH Regulation No 1907/2006.

Immagine: wikipedia

Lascia il tuo Commento: Discutiamone!

Loading Facebook Comments ...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.