Chi ben ri-finisce è a metà dell’opera: il glossario della stampa on line

0
440
Glossario delle finiture di stampa on line

Ordini prodotti di stampa on line? Nella gamma di lavorazioni tra cui scegliere, la finitura ha un ruolo fondamentale sulla resa finale.

Sono diverse le opzioni di finitura offerte ai loro clienti dalle tipografie on line. La scelta deve seguire esclusivamente i dettami dell’estetica? O è opportuno tenere conto anche di una certa dose di praticità?

Il noto proverbio avverte che, dinanzi ad un nuovo progetto, iniziare con il piede giusto porta con sé benefici, che andranno ben oltre la fase iniziale della sua realizzazione. E’ pur vero che le finiture rappresentano, spesso, la fase finale dei processi di stampa. Per chi realizza la progettazione dello stampato pubblicitario, però, è bene avere ben presenti due elementi fondamentali del prodotto, in termini di:

  • Estetica. Quale aspetto dovrà avere lo stampato e che tipo di immagine dovrà trasmettere?
  • Funzionalità. A cosa dovrà servire lo stampato, avrà anche una funzione pratica oltre che puramente estetica?

Per rispondere ad entrambe le esigenze, la finitura diventa importante tanto quanto l’aspetto grafico, in quanto potrebbe influire sia positivamente che negativamente su tutto il progetto. Facciamo un  esempio pratico per chiarire meglio il concetto.

Immaginiamo di dover creare, per una caffetteria, biglietti da visita che abbiano anche la funzione di fidelity card. Da un lato saranno normali biglietti da visita che pubblicizzeranno la caffetteria, la sua ubicazione e i suoi contatti; l’altro lato servirà a spuntare le consumazioni, in modo da arrivare all’offerta/sconto/promozione cui il cliente avrà diritto al raggiungimento dell’ultima consumazione. Dato che per il cliente della caffetteria sarà utile conservare il biglietto da visita nel tempo, senza che si rovini, verrebbe spontaneo scegliere la plastificazione come finitura, poiché aiuta a preservare nel tempo la durata dello stampato. In questo caso, però, sarà bene optare per la plastificazione solo sul fronte (il lato con i dati della caffetteria) e non anche sul retro (il lato con le consumazioni): altrimenti sarebbe d’obbligo l’uso di una punzonatrice, poiché la plastificazione potrebbe far scivolare via l’inchiostro di penne, pennarelli o timbri, rendendo difficoltosa e poco pratica la spunta dei punti fedeltà.

Questa settimana aiutiamo i lettori del nostro blog a fare un po’ di chiarezza fra i vari termini che identificano le diverse finiture, per scegliere nel modo giusto e senza errori.

FustellaturaFustellatura

Metodo grazie al quale forme complesse possono essere ritagliate sulla superficie della pagina. Questo processo richiede una fustella dotata di un bordo affilato di acciaio, realizzato appositamente per tagliare la forma richiesta.

Impressione a caldo

Metodo di stampa nel quale una lamina metallica viene applicata sulla superficie della pagina utilizzando un blocchetto di metallo e il calore.

Laminazione (o plastificazione)

Applicazione di una pellicola protettiva trasparente, lucida o opaca, sulla superficie stampata di un foglio di carta.

Laminazione con pigmenti

Processo simile all’impressione a caldo, che utilizza però una pellicola colorata.

Stampa in rilievo (goffratura)

Stampa in incavo

Espressione riferita a un motivo ricavato per impressione sulla pagina. La tecnica viene chiamata goffratura cieca.

 

 

Taglio (o fustellatura) al laserTaglio al laser

Metodo di grande precisione per ritagliare elementi dalla superficie dei materiali di stampa. Nella pagina possono essere ricavate forme molto creative, che superano decisamente le possibilità offerte dalla fustellatura convenzionale.

 

TermografiaTermografia

Tecnica che produce sul foglio un effetto a rilievo, cospargendo con una polvere speciale un’immagine stampata dall’inchiostro ancora umido, e successivamente facendo passare il foglio attraverso un dispositivo di riscaldamento.

 

Vernice UVVernice UV

Vernice formata da sostanze plastiche, disponibile con finitura opaca, satinata o lucida, che viene applicata al foglio tramite la stampa serigrafica. Può ricoprire l’intera superficie della pagina oppure solo una sua parte (verniciatura spot). Ciò permette al designer di usare la vernice sia per delineare nuovi motivi grafici sia per evidenziare elementi già precedentemente stampati.

 

Lascia il tuo Commento: Discutiamone!

Loading Facebook Comments ...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.