La copertina che vende: anche l’occhio vuole la sua parte

0
326
La Copertina: Lei in mezzo a tutte

“Posso resistere a tutto, tranne alle tentazioni” di Oscar Wilde è la perfetta sintesi, in chiave poetica, dell’esperienza d’acquisto di un consumatore medio, che si basa nel 90% dei casi (e qui ci viene in aiuto la psicologia), su acquisti irrazionali e scelte d’impulso.

Ogni prodotto quindi, deve veicolare la propria identità “a tutto tondo”, solleticando la sfera emotiva dell’utente con strategie poli sensoriali mirate ed efficaci.

Anche nel settore stampa e editoria è indispensabile emergere dal calderone di offerte e possibilità, focalizzandosi su uno stile di comunicazione coinvolgente ed emozionale. Per farlo è necessario scrivere contenuti interessanti e originali (Content is King) ma anche progettare “vesti” attrattive e d’impatto.

Scegliere la copertina giusta per il tuo volume significa evidenziarne l’appeal già sugli scaffali, rendere desiderabile il suo contenuto e invitare il lettore a sfogliarne l’interno.

 

5 regole per una copertina di successo

La copertina, come il packaging di un prodotto, è importante quanto il suo contenuto. È il volto del libro e, dove lo sguardo si posa. In pochi istanti, deve richiamare la vista del lettore con un seducente “a me gli occhi”, per poi coinvolgerlo in un’esperienza unica e memorabile.

 

Ma come realizzare una copertina che vende? Ecco 5 semplici regole:

  1. Una copertina di successo deve seguire gli stessi input di una buona strategia pubblicitaria e dare importanza alle 3 C “chiarezza”, “coerenza” e “creatività” in relazione al target e gli obiettivi prefissati.

  2. Sulla copertina, meglio non abbondare! Vanno inseriti in ordine:

    • illustrazione

    • titolo

    • sottotitolo

    • altre informazioni aggiuntive rischiano di appesantire il lettore nella fase di codifica e scelta

  3. E’  bene considerare il linguaggio del colore e preferire tonalità calde (rosso, giallo, arancio) per evocare azione, impulsività, entusiasmo o passione e colori freddi (verde, blu, violetto) per suscitare emozioni come passività, calma, tristezza o riflessione.
    Rispettare l’associazione colore/genere è utile poi, a non trarre in inganno il lettore: ad esempio, rosa e fucsia per storie al femminile, rosso e nero per scenari noir e nero e bianco per l’attualità.

  4. L’immagine di copertina può essere rappresentata da una fotografia o un’illustrazione. Dev’essere comprensibile e coerente col titolo. Può anticipare una parte di storia, senza però rivelarne il finale. È meglio evitare false allusioni, doppi sensi e colori troppo cupi o sgargianti. L’illustrazione deve accompagnare il titolo, non coprirne l’efficacia.

  5. La scelta della tipologia di carta è utile per rappresentare al meglio il contenuto, sia a livello visivo sia tattile:

    • carta patinata lucida o opaca: assicura protezione contro l’usura e lo sporco e attenua molti difetti di stampa. Ideale per cataloghi d’arte, ricette e contenuti con tante immagini.

    • carta ecologica: è prodotta interamente da fibre riciclate per massima biodegradabilità del prodotto. Ottimo per sensibilizzare tematiche green.

    • carta uso mano: la classica e tradizionale. Ideale per saggi, tesi e ricerche scientifiche.

    • carte speciali: pregiate e lussuose per dare ulteriore valore ai testi. Ottima per testi letterari, romanzi e poesie.

Sei alla ricerca di nuove tendenze per ispirare la tua fantasia?
Ecco alcuni spunti originali per realizzare una copertina di successo.
Buon lavoro!

Foto by Juliaf

Lascia il tuo Commento: Discutiamone!

Loading Facebook Comments ...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.