Logo nuovo, vita nuova… all’azienda

0
373

Il connubio tra le tecniche di comunicazione tradizionali e le nuove tecnologie è sempre più stretto e, come ho più volte sottolineato, una efficace strategia di marketing deve saper sfruttare tutti i canali mediatici a disposizione dell’azienda siano essi analogici o digitali. Nei precedenti post ho scritto di come un volantino, una campagna di direct mailing, un bigliettino da visita o una pagina pubblicitaria possono rinnovarsi o diventare più efficaci sfruttando le tante possibilità offerte dal web e dai big data. Ma un comunicato diffuso da 99design ha portato alla mia attenzione che c’è anche un altro strumento di comunicazione aziendale che, in vista della cross-medialità a cui le aziende stanno andando incontro, potrebbe aver bisogno di un restyling. Lo strumento di comunicazione di cui parliamo è quello che più di ogni altro incarna l’identità dell’azienda: il logo.
Se quando avete ideato il vostro logo lo avete fatto pensando all’insegna, al catalogo aziendale o tutt’al più al volantino, ora aziende grandi e piccole devono fare i conti con nuovi spazi nuovi e nuovi dispositivi a cui affidare l’immagine della propria azienda. E tra interfacce diverse e spazi ben definiti, il vostro logo potrebbe non essere più adatto, essere meno efficace o richiedere aggiustamenti da far venire le pagine bianche a qualsiasi brand book. Se quindi avete intenzione di rinnovare il vostro logo, fatelo bene.
Innanzitutto abbandonate l’idea del fai-da-te, non si tratta mica di montare una libreria dell’IKEA. Non fatevi neppure tentare dall’idea di rivolgervi al “cugino” che sa ritoccare le foto con Photoshop, ma interpellate dei professionisti. Vi costerà sicuramente di più ma anche in questo settore vale la regola “chi più spende meno spende”. Rifare il logo, e farlo guidato da professionisti, potrebbe essere anche l’occasione buona per farsi qualche domanda. Com’è cambiata l’azienda in questi anni? Le esigenze comunicative sono rimaste le stesse? E i miei clienti come sono cambiati? E i miei concorrenti? La risposta a tutte queste domande contribuirà a definire l’immagine della vostra azienda che si rispecchierà poi nel logo.
In virtù di quanto scritto in apertura di questo post, ricordate che il logo deve essere polifunzionale: fate conto che verrà visualizzato su diversi dispositivi e che quindi dovrà rendere al massimo qualsiasi sia il mezzo con cui verrà veicolato. Per la stessa ragione, la versione più semplice e lineare potrebbe essere la scelta più azzeccata. Grandi marchi come Pepsi, Google e Microsoft si sono mossi in questo senso, alleggerendo i loghi e abbandonando ombreggiature e sfumature.
E il vostro logo? Ha bisogno di un restyling?

Lascia il tuo Commento: Discutiamone!

Loading Facebook Comments ...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.