La Stampa che fa Fashion: T-Shirt!

0
478
Singolo di Shontelle: T-shirt

Le t-shirt stampate, full color o, semplicemente, total white conservano sempre un fascino ribelle e trasgressivo, ereditato dai miti del passato.

Mi stendo nel letto, 

con nulla addosso tranne la tua t-shirt…

Così cantava nel 2009 la stella del soul Shontelle, in una canzone molto sensuale e romantica intitolata proprio “T-shirt” .  Simbolo sexy di un modo di essere e di rappresentarsi, la t-shirt (letteralmente canotta o maglietta a T) nasce come indumento intimo addirittura nel Settecento, diventando nel tempo un capo di vestiario da portare in modo disinvolto al posto della camicia. La t-shirt è pratica comoda e…. ribelle.

Già, perché negli anni ’50 la t-shirt assurge a simbolo, insieme ai jeans e ai giubbotti di pelle, del mondo giovanile che anche attraverso la moda contesta la società degli adulti. La indossano da sola e rigorosamente bianca, due miti del cinema, ribelli per antonomasia, come Marlon Brando in  Un tram che si chiama desiderio e James Dean in Gioventù bruciata. Che dire di più.

James Dean e la sua t-shirt in "Gioventù bruciata"
James Dean, il “mito in t-shirt”, di Gioventù bruciata.

Da allora la t-shirt conquista la gioventù più cool e trendy in tutto il mondo.  La si indossa per essere giovani e disinvolti, la si esibisce per essere anticonformisti rivendicando la propria diversità.

Liberi tutti allora! E libera anche la t-shirt che da bianca diventa sempre più colorata e ben presto si rivela, con le scritte, le grafiche e gli slogan stampati sopra, un formidabile strumento di comunicazione con il mondo.

Oggi, anche se persino gli stilisti più rinomati la propongono come capo di vestiario sciccoso e addirittura di lusso, la t-shirt rimane il simbolo pop di un modo di essere pratico e informale.

Grazie allo sviluppo tecnologico e agli attuali metodi della stampa digitale, sul sito di iPrintdifferent chiunque di noi può far stampare t-shirt di ottimo cotone ad un prezzo davvero accessibile, con il frutto della propria creatività, per dire al mondo chi sono, cosa voglio, cosa sogno di essere.

La stampa magliette è bella, divertente, facile e ancora, a suo modo, ribelle!

Marlon Brando in "Un tram che si chiama desiderio"
Un affascinante e “ribelle” Marlon Brando, in t-shirt, in “Un tram che si chiama desiderio”

Lascia il tuo Commento: Discutiamone!

Loading Facebook Comments ...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.